Comune di Monza – 20 Agenti di Polizia Locale


Scadenza: 26 Aprile 2020


E’ indetto concorso pubblico, per esami, per l’assunzione a tempo pieno ed indeterminato, di venti figure di agente di polizia locale, categoria C.C.C.N.L. comparto funzioni locali con riserva di quattro posti a favore dei soggetti in possesso dei requisiti di cui agli articoli 678 e 1014 del decreto legislativo n. 66/2010 (riserva
militare).

TITOLI RICHIESTI

diploma di maturità (5 anni).

MATERIE E PROVE

Prova preselettiva:

La preselezione che consisterà nella somministrazione di un test a risposta chiusa multipla su: argomenti delle prove d’esame (cfr. art. 9), cultura generale, soluzione di problemi di tipo logico, deduttivo, numerico.

Prove scritte ed orali:

La prova scritta  la  prova oraleverteranno sui i seguenti contenuti:

• Codice della Strada e Regolamento di Esecuzione;

• Nozioni di Diritto Penale, Procedura Penale e di Pubblica Sicurezza;

• Normativa in materia di Commercio, Edilizia e Ambiente;

• Modifica al sistema penale: Legge n.689/81;

• Legge quadro sull’ordinamento della Polizia Locale n. 65/86 e Legge Regionale n.6/2015;

• Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti locali D.Lgs.n.267/2000;

• Elementi di diritto costituzionale, amministrativo e del diritto di accesso agli atti;

• Accertamenti e trattamenti sanitari obbligatori;

• Diritti e doveri dei dipendenti pubblici e codice di comportamento;

• Infortunistica stradale e tecniche di rilevazione degli incidenti.

DOMANDA

L’iscrizione al concorso è da effettuarsi tassativamente on-line, al link www.comune.monza.it/sezione Comune – lavora con noi – concorsi pubblici.

Al termine del caricamento on-line dei dati relativi alla domanda, è opportuno stampare e salvare la ricevuta, riportante estremi e NUMERO IDENTIFICATIVO della pratica. Il sistema, acquisita la domanda di concorso, procederà ad inviare in automatico all’indirizzo e-mail segnalato un messaggio di conferma della ricezione della pratica da parte del Comune.

LINK AL BANDO

 

Concorso 200 Prefetti – rinvio


Concorso 200 posti carriera prefettizia, rinvio della pubblicazione delle date delle prove


Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana- 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» – n. 39 del 19 maggio 2020, nonche’ nel sito internet del Ministero dell’interno https://concorsiciv.interno.gov.it verranno date comunicazioni riguardo alla pubblicazione dei quesiti oggetto della prova preselettiva ed alle modalita’ di svolgimento della prova stessa del concorso pubblico, per titoli ed esami, a duecento posti per l’accesso alla qualifica iniziale della carriera prefettizia indetto con decreto ministeriale 8 novembre 2019 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» – n. 91 del 19 novembre 2019.

LINK ALLA GAZZETTA UFFICIALE

Comune di Piacenza, 12 posti di operatore amministrativo


Scadenza 16 Aprile


Concorso pubblico, per esami, per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di dodici unita’ nel profilo di operatore amministrativo-contabile – categoria D, posizione economica D1.

TITOLO DI STUDIO:

diploma universitario di cui alla L. 341/90, diploma di Laurea (L) di cui al D.M. 509/1999 o di cui al DM 270/04, diploma di Laurea (DL) previgente ordinamento, diploma di Laurea Specialistica (LS) di cui al D.M. 509/1999, diploma di Laurea Magistrale (LM) di cui al DM 270/04.

PROVE D’ESAME:

Le prove d’esame, che verteranno sulle materie indicate di seguito, sono costituite da due prove scritte a contenuto teorico e/o teorico-pratico e una prova orale.

Ciascuna prova si intende superata con un punteggio pari ad almeno 21/30. Saranno ammessi alla seconda prova scritta solo i candidati che supereranno la prima prova scritta o, qualora le prove scritte venissero svolte nella stessa giornata, si procederà alla correzione e valutazione della seconda prova scritta solo per i candidati che avranno superato la prima prova scritta.

Accedono alla prova orale i candidati che anche nella seconda prova scritta riportano un punteggio pari ad almeno 21/30. Il punteggio finale delle prove d’esame si ottiene sommando la media dei voti conseguiti nella prove scritte al voto conseguito nella prova orale.

MATERIE D’ESAME:

Le materie d’esame sono le seguenti:

? Ordinamento istituzionale, finanziario e contabile degli enti locali (D.Lgs. 267/2000); ? Principi contabili di cui al D.Lgs. 118/2011;

? Sistema di programmazione e controllo di gestione negli enti locali;

? Ordinamento del lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni con particolare riferimento agli enti locali (D.Lgs. 165/2001), Codice di comportamento, diritti e doveri dei dipendenti pubblici;

? Diritto amministrativo, con particolare riferimento all’attività della pubblica amministrazione e alla Legge 241/1990;

? Accesso civico e generalizzato;

? Nozioni di diritto penale, con riguardo ai delitti contro la pubblica amministrazione;

? Diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni (Libro IV del Codice civile);

? Norme in materia di documentazione amministrativa (D.Lgs. 445/2000);

? Codice degli Appalti (D.Lgs. 50/2016);

? Codice dell’Amministrazione digitale; ? Norme in materia di trasparenza, anticorruzione e tutela della riservatezza dei dati;

? Redazione atti amministrativi;

? Svolgimento di valutazioni attinenti a problemi concreti di carattere amministrativo e gestionale

LINK AL BANDO

PRECAUZIONI CORONAVIRUS


In linea con le indicazioni precauzionali del Governo, tutte le nostre attività didattiche in aula sono trasferite sul sistema di telepresenza.

Per ogni informazione sulle modalità di utilizzo contattare la segreteria.

Restano invariati

  • gli orari della segreteria (dal Lunedì al Venerdì dalle 10,00 alle 19,00)
  • l’assistenza sulle attività on line

Concorsi Regione Lombardia


La Regione Lombardia ha indetto 4 Concorsi per un totale di 194 Posti, così suddivisi:


70 posti con contratto di assunzione a tempo pieno e indeterminato, nella categoria C  ASSISTENTE AREA AMMINISTRATIVA

Domande dal: 02 marzo 2020, ore 10:00 Scadenza: 03 aprile 2020, ore 12:00
Requisiti:
Diploma di scuola secondaria (per i dettagli vedi il link al bando di seguito)
Materie e prove:
  • prova preselettiva: risoluzione di quesiti a risposta multipla di tipo logico – deduttivo – numerico e/o sulle materie previste dal presente bando che eventualmente potranno essere corrette con l’ausilio di sistemi informatizzati.
  • prova scritta: quesiti a risposta sintetica e/o predeterminata e/o svolgimento di un elaborato su:
    • Elementi di diritto amministrativo (L. 241/90, D.Lgs. 50/2016, ecc.) con particolare riferimento al procedimento amministrativo e disposizioni in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. 445/2000);
    • Fondamenti di diritto costituzionale e regionale con particolare riferimento all’assetto delle competenze secondo il Titolo V della Costituzione;
    • Trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione (L.190/2012, D.Lgs. 39/2013, D.Lgs. 33/2013);
    • Ordinamento regionale con particolare riferimento allo Statuto d’Autonomia della Lombardia.Programmazione, bilancio e contabilità regionale (l.r. 34/1978 e sm.i.);
    • Codice dell’amministrazione digitale (D.Lgs n. 82/2005 e s.m.i).
  • prova orale: approfondimento delle materie oggetto della prova scritta, nonché sulla verifica della conoscenza di base della lingua inglese e dell’utilizzo dei sistemi applicativi informatici più diffusi.


31 posti, con contratto di assunzione a tempo pieno e indeterminato, nella categoria D – SPECIALISTA AREA TECNICA

Domande dal: 02 marzo 2020, ore 10:00 Scadenza: 03 aprile 2020, ore 12:00
Requisiti:
  • Diploma di Laurea in Architettura o in Ingegneria Civile o Ingegneria Edile o Ingegneria Edile- Architettura o Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio o Pianificazione Territoriale, urbanistica e ambientale (vecchio ordinamento);
  • Laurea Triennale DM 509/1999 classe 4 (Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile), classe 7 (Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale) e classe 8 (Ingegneria Civile e Ambientale);
  • Laurea Triennale D.M. 270/2004 classe L-17 (Scienze dell’Architettura), classe L-23 (Scienze e Tecniche dell’Edilizia), classe L-21 (Scienze della Pianificazione Territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale) e classe L-7 (Ingegneria Civile e Ambientale);
  • Laurea Specialistica D.M. 509/1999, classe 4/S (Architettura e Ingegneria Edile), classe 28/S (Ingegneria Civile), classe 38/S (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe 54/S (Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale);
  • Laurea Magistrale D.M. 270/2004 classe LM-4 (Architettura e ingegneria edile-architettura), classe LM-23 (Ingegneria Civile), classe LM-24 (Ingegneria dei sistemi edilizi), classe LM-26 (Ingegneria della Sicurezza), classe LM-35 (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe LM-48 (Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale).

Sono fatte salve le equipollenze e le equiparazioni

vedi il bando di seguito per maggiori dettagli
Materie e prove:
  • prova preselettiva: risoluzione di quesiti a risposta multipla di tipo logico– deduttivo – numerico e/o sulle materie previste dal presente bando che eventualmente potranno essere corrette con l’ausilio di sistemi informatizzati.
  • prova scritta: quesiti a risposta sintetica e/o predeterminata e/o svolgimento di un elaborato, sulle seguenti materie
    • Legislazione statale e regionale e nozioni tecniche in materia di governo del territorio e urbanistica, infrastrutture e trasporti, nonché dei servizi pubblici connessi;
    • Legislazione statale e regionale e nozioni tecniche in materia ambientale (tra cui autorizzazioni ambientali e strumenti di valutazione ambientale, usi del suolo, energia e risorse idriche);
    • Legislazione statale e regionale e nozioni tecniche in materia di valutazione dei rischi connessi a calamità naturali (frane, alluvioni, terremoti e incendi);
    • Programmazione negoziata regionale (L.R. 19/2019);
    • Elementi di topografia e Sistemi Informativi Territoriali;
    • Normativa in tema di contratti (appalti) di lavori pubblici, servizi e forniture (Codice dei contratti pubblici – D.lgs 50/2016 e ss.mm.ii);
    • Nozioni sull’ordinamento del lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni (Dlgs.165/2001, DPR 62/2013, D.Lgs 150/2009);
    • Ordinamento regionale con particolare riferimento allo Statuto d’Autonomia della Lombardia ed al Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Lombardia – l.r. n. 20/2008;
    • Nozioni di diritto amministrativo, con particolare riferimento al procedimento amministrativo e diritto di accesso (L. 241/90), tutela della privacy, trasparenza e prevenzione della corruzione
    • Elementi di programmazione, bilancio e contabilità regionale (L.R. 34/1978 e s.m.i);
  • prova orale: approfondimento delle materie oggetto della prova scritta, nonché sulla verifica della conoscenza della lingua inglese e dell’utilizzo dei sistemi applicativi informatici più diffusi.

LINK AL BANDO



58 posti, con contratto di assunzione a tempo pieno e indeterminato, nella categoria C – ASSISTENTE AREA TECNICA

Domande dal: 02 marzo 2020, ore 10:00 Scadenza: 03 aprile 2020, ore 12:00
Requisiti:
  • Diploma di Tecnico Costruzioni, ambiente e territorio (Decreto del Presidente della repubblica 88 del 2010);
  • Diploma di Geometra (articolo 1, Legge 75 del 7 marzo 1985).
  • Possono altresì partecipare i candidati non in possesso dei Diplomi di cui sopra (Tecnico Costruzionie Territorio e Geometra) qualora siano in possesso di uno dei sottoelencati titoli di studio:
    • Diploma Universitario triennale in Edilizia o Ingegneria delle Infrastrutture o Sistemi Informativi Territoriali;
    • Diploma di Laurea in Architettura o in Ingegneria Civile o Ingegneria Edile o Ingegneria Edile-Architettura o Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio o Pianificazione Territoriale, urbanistica e ambientale (vecchio ordinamento);
    • Laurea Triennale DM 509/1999 classe 4 (Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile), classe 7 (Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale) e classe 8 (Ingegneria Civile e Ambientale);
    • Laurea Triennale D.M. 270/2004 classe L-17 (Scienze dell’Architettura), classe L-23 (Scienze e Tecniche dell’Edilizia), classe L-21 (Scienze della Pianificazione Territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale) e classe L-7 (Ingegneria Civile e Ambientale);
    • Laurea Specialistica D.M. 509/1999, classe 4/S (Architettura e Ingegneria Edile), classe 28/S (Ingegneria Civile), classe 38/S (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe 54/S (Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale);
    • Laurea Magistrale D.M. 270/2004 classe LM-4 (Architettura e ingegneria edile- architettura), classe LM-23 (Ingegneria Civile), classe LM-24 (Ingegneria dei sistemi edilizi), classe LM-26 (Ingegneria della Sicurezza), classe LM-35 (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe LM-48 (Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale).

vedi il bando di seguito per maggiori dettagli

Materie e prove:
  • prova preselettiva: risoluzione di quesiti a risposta multipla di tipo logico– deduttivo – numerico e/o sulle materie previste dal presente bando che eventualmente potranno essere corrette con l’ausilio di sistemi informatizzati.
  • prova scritta: quesiti a risposta sintetica e/o predeterminata e/o svolgimento di un elaborato, sulle seguenti materie:
    • Fondamenti della legislazione statale e regionale e competenze tecniche in materia urbanistica, ambientale infrastrutturale e trasporti;
    • Elementi normativi in materia di appalti di lavori pubblici, servizi, forniture e pubblici servizi;
    • Elementi di topografia e Sistemi Informativi Territoriali;
    • Elementi normativi inerenti la sicurezza e prevenzione sul lavoro (D.Lgs. 81/2008);
    • Fondamenti di diritto costituzionale con particolare riferimento all’assetto delle competenzesecondo il Titolo V della Costituzione;
    • Ordinamento regionale con particolare riferimento allo Statuto d’Autonomia della Lombardia;
    • Elementi essenziali di diritto amministrativo, con particolare riferimento al procedimento amministrativo e diritto di accesso (L. 241/90), tutela della privacy, trasparenza e prevenzione della corruzione;
    • Elementi di programmazione, bilancio e contabilità regionale (L.R. 34/1978 e s.m.i);
  • prova orale: approfondimento delle materie oggetto della prova scritta, nonché sulla verifica della conoscenza di base della lingua inglese e dell’utilizzo dei sistemi applicativi informatici più diffusi


35 unita’ di categoria D – con contratto di formazione e lavoro della durata di 24 mesi – SPECIALISTA AREA AMMINISTRATIVA

Domande dal: 02 marzo 2020, ore 10:00 Scadenza: 03 aprile 2020, ore 12:00
Requisiti:
  • Lauree triennali (lauree di primo livello) – (L):Laurea di primo livello (L) appartenente a una delle classi del nuovo ordinamento universitario di cui al Decreto Ministeriale 4 agosto 2000 e successive modifiche e integrazioni;
  • Lauree specialistiche (LS):Laurea specialistica (LS) appartenente alle classi del nuovo ordinamento universitario di cui al Decreto Ministeriale 28 novembre 2000 e successive modifiche e integrazioni;
  • Lauree magistrali (LM);
  • Lauree secondo il vecchio ordinamento equiparate alle nuove classi di lauree ai sensi deldecreto interministeriale 9 luglio 2009 e successive modifiche ed integrazioni
Materie e prove:

Le prove d’esame consistono in una prova scritta sotto forma di test a risposta multipla e in colloqui e sono finalizzate a verificare l’attitudine all’apprendimento e le rispettive conoscenze e attitudini in relazione alle professionalità per le quali verranno indette le selezioni.

  1. La prova scritta verterà sui seguenti argomenti:
    • Diritto costituzionale e regionale con particolare riferimento all’assetto delle competenze secondo il Titolo V della Costituzione;
    • Ordinamento regionale con particolare riferimento allo Statuto d’Autonomia della Lombardia;
    •  Rapporti tra l’ordinamento dell’Unione Europea e l’ordinamento interno, con riferimento, in particolare, al sistema delle fonti del diritto;
    • Ordinamento del lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni (D.Lgs.165/2001, D.P.R. 62/2013, D.Lgs 150/2009, C.C.N.L);
    • Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Lombardia – L.r. n. 20/2008);
    • Diritto amministrativo (L. 241/90, ecc.) con particolare riferimento al procedimento amministrativo, disposizioni in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. 445/2000) e contratti pubblici (D.Lgs 50/2016);
    • Trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione (L.190/2012, D.Lgs 39/2013, D.Lgs 33/2013);
    • Tutela dei dati personali (Regolamento Europeo 2016/679);
    • Programmazione, bilancio e contabilità regionale (L.r. 34/1978 e s.m.i.); • Codice dell’amministrazione digitale (D.Lgs n. 82/2005 e s.m.i).

La prova scritta, inoltre, potrà contemplare anche la risoluzione di quesiti di tipo logico – deduttivo – numerico.

  • Il colloquio verterà sull’approfondimento delle materie oggetto della prova scritta, nonché sulla verifica della conoscenza della lingua inglese e dell’utilizzo dei sistemi applicativi informatici più diffusi.

PER LE MODALITA’ DI ISCRIZIONE VEDI IL SITO DELLA REGIONE LOMBARDIA


84 Assistenti Amministrativi Regione Toscana


84 Assistenti Amministrativi Regione Toscana

CORSO DI PREPARAZIONE: CLICCA QUI


SCADENZA: 20 marzo 2020


REQUISITI: diploma di maturità (+ altri, vedi link in fondo)


PROVE E MATERIE:

PRESELETTIVA:  quiz a risposta multipla sulle materie della prova scritta

PROVA SCRITTA:

elaborato scritto e/o questionario a risposte sintetiche, anche a carattere teorico-pratico

  • elementi di diritto europeo, con particolare riferimento agli aspetti istituzionali e alla disciplina dei fondi di cui al Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, pubblicato su Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 20 dicembre 2013;
  • elementi di diritto costituzionale, con particolare riferimento al titolo V della Costituzione e al sistema delle fonti del diritto;
  • elementi di diritto amministrativo, con particolare riferimento ai principi in materia di azione amministrativa (semplificazione, trasparenza e accesso), alla disciplina del procedimento amministrativo e agli atti amministrativi, nonché all’attività contrattuale della pubblica amministrazione;
  • elementi di diritto regionale, con particolare riferimento allo Statuto e all’Organizzazione e al funzionamento dell’ordinamento della Regione Toscana;
  • elementi di finanza e contabilità pubblica e regionale, con particolare riferimento alle fonti normative e all’ordinamento contabile delle Regioni

PROVA ORALE:

oltre che sulle materie oggetto della prova scritta, sulle seguenti materie:

  • elementi in materia di rapporto di lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione, con particolare riferimento ai diritti e doveri del dipendente e CCNL Funzioni Locali 2016/2018;
  • elementi in materia di protezione dati personali, anche in relazione al GDPR n. 679/2016;
  • strumenti applicativi informatici di base e strumenti web;
  • verifica della conoscenza di base della lingua inglese;
  • per i candidati non italiani sarà valutata l’adeguatezza della conoscenza della lingua italiana.

ISCRIZIONE:

La domanda di partecipazione è redatta e presentata in forma esclusivamente digitale, tramite il portale della Regione Toscana, raggiungibile dal sito istituzionale dell’Ente seguendo il percorso: “Amministrazione trasparente”- “Bandi di concorso”- “Bandi di concorso e avvisi”, alla voce “Concorsi per tempo indeterminato”, all’indirizzohttps://www.regione.toscana.it/-/bandi-di-concorso-e-avvisi


CORSO DI PREPARAZIONE: CLICCA QUI

LINK AL BANDO

84 Assistenti Amministrativi Regione Toscana

 

Ministero della Salute, 91 posti di tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.


Ministero della Salute, 91 posti di tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.


SCADENZA: 6 Marzo 2020

REQUISITI:

Laurea specialistica o laurea magistrale appartenente ad una delle classi delle lauree SNT/04/S Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 509/99) e LM/SNT4 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 270/04).
– laurea appartenente ad una delle classi delle lauree SNT/04 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 509/99) e L/SNT4 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 270/04).
– diploma universitario in Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro istituito ai sensi della legge 341/1990;

+ Altri, leggi il bando integrale dal link a fondo pagina

MATERIE E PROVE:

Prova Preselettiva:

Nel caso in cui il numero dei candidati sia pari o superiore a 10 volte il numero dei posti messi a concorso, l’Amministrazione potrà procedere all’espletamento di una prova preselettiva per determinare l’ammissione dei candidati alle successive prove scritte.

L’eventuale prova preselettiva consisterà nella risposta ad una serie di quesiti a risposta multipla riguardanti le materie previste dal bando di concorso per l’espletamento delle prove d’esame, nonché sulla lingua inglese.

Prova scritta:

La prima prova scritta, di carattere teorico, consisterà nella redazione di un elaborato o nella soluzione di quesiti a risposta sintetica su una o più delle seguenti materie:

  • igiene dei trasporti e dell’ambiente (inclusi rifiuti e acque non per uso alimentare); igiene e sicurezza degli alimenti e delle bevande;
  • sanità pubblica veterinaria; sanità pubblica con particolare riferimento agli aspetti che riguardano le sostanze e i prodotti chimici, i prodotti medicinali, i dispositivi medici, i cosmetici, i biocidi, i fitosanitari;
  • patologie infettive umane e animali e loro prevenzione e gestione; profilassi internazionale;
  • elementi di diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro l’ambiente (Libro II , Titolo VI bis) e ai delitti dei pubblici ufficiali contro la P.A.

La seconda prova scritta, di carattere teorico – pratico, consisterà nella redazione di un atto o nella risoluzione di un caso pratico con relazione esplicativa riguardante gli ambiti di competenza del Ministero della salute.

Prova orale:

  • La prova orale consisterà in un colloquio sulle materie oggetto delle prove scritte nonché sulle seguenti materie:
  • organizzazione e funzionamento del Ministero della salute, nonché degli enti, istituti ed agenzie facenti parte del Servizio sanitario nazionale;
  • normativa sanitaria nazionale, comunitaria e internazionale;
  • elementi di procedura penale limitatamente alle funzioni e ai doveri degli ufficiali di polizia giudiziaria;
  • elementi di diritto amministrativo con particolare riferimento ai diritti e ai doveri dei pubblici dipendenti e alla normativa in materia trasparenza e prevenzione della corruzione;
  • informatica, con particolare riferimento all’utilizzo del personal computer e dei software più diffusi, anche mediante una verifica pratica
  •  lingua inglese.

DOMANDA:

La domanda deve essere presentata entro il termine perentorio delle ore 12:00 del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IV Serie Speciale – «Concorsi ed esami», utilizzando esclusivamente l’applicazione disponibile sul sito Internet del Ministero della salute all’indirizzo www.concorsi.sanita.it e seguendo le indicazioni ivi specificate. Per l’accesso alla procedura informatica è richiesto ai candidati il possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata personale attivo.

Sono considerate irricevibili le domande di ammissione al concorso prodotte con modalità diverse (es. posta, telefax, posta elettronica, ecc.).
La procedura di compilazione delle domande sarà attiva dalle ore 12:00 del giorno successivo dalla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale. Qualora l’ultimo giorno utile cada in un giorno festivo, il termine è prorogato alle ore 12:00 del giorno successivo non festivo.

Regione Toscana 89 posti di Funzionario Amministrativo


Regione Toscana 89 posti di Funzionario  Amministrativo

R IL CORSO DI PREPARAZIONE

SCADENZA: 6 MARZO 2020

REQUISITI: Laurea triennale o specialista (v Link al bando in fondo alla pagina)

DOMANDA: è possibile presentare domanda a partire dal giorno successivo alla pubblicazione sul Burt, accedendo a questa pagina “Bandi di concorso e avvisi” nella sezione “Concorsi per tempo indeterminato” con indirizzo https://www.regione.toscana.it/-/concorsi-per-tempo-indeterminato-bandi-aperti.

MATERIE E PROVE:

Preselettiva:

Qualora il numero delle domande di partecipazione sia superiore a 500, l’amministrazione può procedere, tramite la commissione nominata per lo svolgimento del concorso, alla preselezione dei concorrenti mediante il ricorso a test selettivi atti a verificare la conoscenza delle materie d’esame

Sono esonerati dalla prova preselettiva i candidati con una invalidità superiore all’80%.

Prova scritta:

La prova scritta potrà essere svolta solto forma di di elaborato scritto e/o questionario a risposte sintetiche  – anche a carattere teorico pratico, colte a verificare le capacità applicative ed attitudinali dei candidati, anche con riferimento a specifici casi problematici, nelle materie di seguito riportate:

  • Diritto Europeo, con particolare riferimento agli aspetti istituzionali e alla disciplina dei fondi di cui al Regol. UE 1303/2013
  • Diritto Costituzionale, con particolare riferimento al Titolo V della Costituzione e al sistema delle fonti del diritto
  • Diritto Amministrativo, con particolare riferimento ai principi in materia di azione amministrativa (semplificazione, trasparenza, accesso) alla disciplina dei contratti pubblici, gare e appalti
  • Contabilità pubblica e regionale, con particolare riferimento ai principi contabili generali in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni
  • Elementi e strumenti di programmazione economic-finanziaria

Prova orale:

Oltre alle materie oggetto della prova scritta, verterà su:

  • Rapporto di lavoro alle dipendenze della PA
  • Data protection e sicurezza informatica
  • Strumenti applicativi informatici e web
  • Inglese

Il diario delle prove, o il loro rinvio, sarà pubblicato dal 12 Marzo 202o nella sezione “Concorsi e Avvisi sul personale” del sito della Regione Toscana.


LINK AL BANDO

Regione Toscana 89 posti di Funzionario  Amministrativo

CLICCA QUI PER IL CORSO DI PREPARAZIONE

Ripam Campania. Calendario delle prove scritte categoria C


Ripam Campania. Calendario delle prove scritte categoria C

Calendario per cinque profili concorsuali. Si parte il 18 febbraio 2020

Si terranno, a partire dal 18 febbraio 2020, le prove scritte di cui al bando di concorso per l’assunzione a tempo indeterminato, presso la Regione Campania e gli enti locali della Regione, di n. 1.225 unità di personale da inquadrare nella categoria C, per cinque profili concorsuali. Il calendario per gli ulteriori tre (CFC/CAM, AMC/CAM  e CIC/CAM) sarà fissato e reso noto a breve.

Le prove si svolgeranno al PALAPARTENOPE, Via Corrado Barbagallo, n. 115 di Napoli. 
Si riporta di seguito il calendario per i cinque profili concorsuali per i quali sono state fissare le date:
18 febbraio 2020 ore 8,30: profilo professionale CUC/CAM (vai all’elenco dei candidati ammessi)
18 febbraio 2020 ore 14,30: profilo professionale ITC/CAM (vai all’elenco dei candidati ammessi)

20 febbraio 2020 profilo professionale VGC/CAM (vai all’elenco dei candidati ammessi), i candidati sono convocati in due distinte sessioni, in ordine alfabetico a partire dalla lettera estratta “L”:
20 febbraio 2020 ore 8,30: i candidati da LA CIOPPA Rachele a AGOZZINO LAURA
20 febbraio 2020 ore 14,30: i candidati da AIELLO Annamaria a KILANI ALESSANDRO
21 febbraio 2020 ore 14,30: profilo professionale TCC (vai all’elenco dei candidati ammessi)
25 febbraio 2020 ore 8,30: profilo professionale SAC (vai all’elenco dei candidati ammessi)

Oltre ai candidati che hanno superato le prove preselettive, sono ammessi alle prove scritte i candidati diversamente abili con percentuale di invalidità pari o superiore all’80%, in base all’articolo 20, comma 2-bis, della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

All’atto della presentazione a sostenere la prova scritta, i candidati esonerati dalla prova preselettiva, dovranno altresì sottoscrivere un modulo di autocertificazione nel quale attestano, sotto la propria responsabilità, la veridicità di quanto indicato in sede di compilazione della domanda di partecipazione al concorso.
Tutti i candidati devono presentarsi puntualmente all’ora stabilita, con un valido documento di riconoscimento e la ricevuta rilasciata dal sistema informatico al momento della compilazione on line della domanda.
L’assenza dalla sede di svolgimento della prova nella data e nell’ora stabilita per qualsiasi causa, ancorché dovuta a forza maggiore, comporterà l’esclusione dal corso-concorso.
Le prove si svolgeranno secondo quanto stabilito all’art. 7 del bando. Come specificato nell’avviso allegato, i candidati avranno a disposizione 90 minuti per sostenere la prova scritta. I candidati sono inviati a prendere visione anche delle istruzioni pubblicate.

Ripam Campania. Calendario delle prove scritte categoria C


LEGGI QUI LA COMUNICAZIONE UFFICIALE

VEDI QUI I NOSTRI CORSI DI PREPARAZIONE